back




 

Metcalfa pruinosa


  Originario del Nord America, è stato introdotto accidentalmente in Italia nel 1979.
L’adulto è lungo 7-8 mm  e di aspetto simile ad una farfallina di colore grigiastro, con le ali tenute a tetto e avvolgenti ai lati del corpo. Allo sfarfallamento presenta una livrea bianco candida (come indica il nome specifico) che muterà al colore grigio brunastro in 24-48 ore.
Essendo un insetto introdotto ha pochissimi nemici naturali che ne contrastino la sua crescita.
 




Home

gif








mini gif   Metcalfa pruinosa

Omottero, sezione Auchenorrinchi, superfamiglia Fulgoroidea, famiglia dei Flatidi
 
Genere: Metcalfa -  Specie: Metcalfa pruinosa
 
metcalfa pruinosa
Metcalfa pruinosa
E' un insetto Omottero (ordine Emitteri) della famiglia dei Flatidi originario del Nord America, si nutre della linfa estratta dalle piante ospiti tramite un robusto apparato boccale pungente-succhiante  (tipico dell’ordine dei Rincoti), provocando in questo modo notevoli danni. In tutte le fasi del suo sviluppo, emette abbondanti quantità di secrezioni cerose biancastre e melata zuccherina che vanno ad imbrattare la vegetazione, limitando l’efficienza fotosintetica delle piante con conseguente indebolimento della pianta. Queste secrezioni costituiscono il substrato per lo sviluppo di funghi (fumaggini), che si manifestano con vistosi annerimenti.
 
Metcalfa pruinosa
 
Larve di Metcalfa pruinosa

neanidi di metcalfa pruinosa          neanidi di metcalfa pruinosa
Gli stadi giovanili dell’insetto, neanidi e ninfe, sono biancastri
 
Neanidi e ninfe  maniestano un comportamento da "insetto gregario" in quanto vivono raggruppati e non si spostano molto dalla pagina inferiore delle foglie


neanidi e adulti di metcalfa pruinosa              metcalfa pruinosa disposti in fila su un rametto

Gli individui adulti amano disporsi sulla vegetazione uno dietro all'altro