back
Ordine: Passeriformi - Famiglia: Sturnidi - Genere: Sturnus - Specie: Sturnus vulgaris
 
Lo  Sturnus vulgaris
 

Questa è la storia dello storno "zoppino" iniziata nell'aprile del 1998, quando mi fu portato dal mio gatto Filiberto che al contrario del solito  lo portò in casa senza torcergli una piuma. Era limitato nei movimenti dal fatto che era senza la parte terminale della zampa sinistra, così invece di liberarlo ( sarebbe morto sicuramente) si decise di sistemarlo in una grande voliera dove a quel tempo erano sistemati una decina di bengalini.  Col tempo aveva imparato a camminare e ad arrampicarsi svolazzando in alto, aiutandosi con l'ala sinistra, che usava come appoggio per stare  in piedi. Da primavera fino all'autunno inoltrato, cantava a squarciagola emettendo un'infinità di fischi e rumori, riuscendo ad riprodurre versi e suoni di altri uccelli, sapeva imitare anche il miagolio del gatto. Le sue grandi passione erano le larve della farina (panattiere) e fare tutti i giorni un bagno nell'acqua pulita e fresca. Con il passare degli anni, invecchiando, ha preferito sempre di più stare  in basso che in alto, così gli ultimi anni li ha passati camminando su delle cassette di legno (quelle della frutta) sistemate in modo da non farlo stare sulla terra fredda.

 
video
 
il mio storno   il mio storno Sturnus vulgaris
Questo è lo storno "zoppino", chiamato così perché  gli manca l'ultima parte della zampa sinistra
 
 
  Sturnus vulgaris il mio storno Sturnus vulgaris
 
Gli ultimi anni della sua vita non riusciva più a volare, ma si era inventato un altro passatempo, prendere la paglia per costruirsi un nido sotto una scatola di legno capovolta (quelle da frutta) 
Queste sono le ultime foto dello Storno
Sturnus vulgaris Sturnus vulgaris L'ultima foto
E' morto il 10/10/2010
 
video dello storno
video 
 
 
Torna su