Parte prima
Ragni Ragni saltatori Piccoli ragni Ragni e cocoon
Ragni con preda Ragnatele Altri aracnidi Opilionidi
 

Ragnatele

Queste sono alcune tipologie di ragnatele
Le ragnatele sono trappole perfette ed eccellenti, usate soprattutto per la cattura
di insetti volanti, che non vedendole ci finiscono dentro.
Delicate e resistenti, vengono tessute tramite le filiere,organi dell'addome da cui fuoriesce il filo di seta.
Esistono tele semplici e di solito irregolari e tele più evolute e molto più intricate.
Molti ragni non costruiscono la tela e altri mettono insieme solo pochi e disordinati fili.
Altre sono da considerarsi dei veri e propri capolavori degni di veri ingegneri.

Ogni famiglia costruisce una tela particolare

Le tele regolari orbicolari a raggiera sono tipiche della maggior parte dei ragni della famiglia Araneidae.
Le tele irregolari 'bidimensionali' realizzate da uno spesso velo di seta disposto più o meno orizzontalmente e conosciute anche come “tela a lenzuolo” sono caratteristiche degli Agelenidae.
Tele  irregolari 'tridimensionali' composte da un gran numero di fili collegati gli uni agli altri senza uno schema preciso sono tipiche dei Theridiidae.
Ragnatela di Cyclosa tela a lenzuolo Ragnatela tridimensionale

 
Ragnatela costruita tra le piante
Ragnatela libera a raggiera
Ragnatela e ragno crociato Ragnatela coperta di brina
Le grandi e regolari ragnatele di Araneus diadematus
Il genere Araneus costruisce delle grandi tele circolari e regolari in senso verticale al terreno, capaci di trattenere e bloccare gli insetti in volo. Questi ragni hanno una scarsa visione ed individuano la loro preda sentendo la vibrazione ed il tensionamento dei fili della tela.
 
Grande ragnatela di Araneus diadematus Grande ragnatela di Araneus diadematus Grande ragnatela di Araneus diadematus
In queste tre foto l'attacco della ragnatela agli alberi circostanti è molto grande (gli alberi sono distanti tra loro oltre i 5 metri)
La tela del ragno Araneus diadematus è molto elastica e può essere allungata del  30 - 40% prima che si rompa.
(L'acciaio può essere allungato solo l'8% e circa il 20% il nylon.)
Ragnatela di Araneus diadematus Araneus diadematus al centro della sua ragnatela
 
Ragnatela Gruppo di Ragnatele su degli arbusti Ragnatela polverosa
Ragnatele rese visibili dalla polvere

 
Tele costruite vicino al terreno
 
Alcuni ragni costruiscono  grandi tele piane e orizzontali  con seta non appiccicosa, sono comunemente chiamate ragnatele  "a lenzuolo", ad una estremità di queste strutture è situato un riparo ( a forma di imbuto ) che serve da rifugio per il ragno. L'imbuto è aperto sul fondo e costituisce una valida via di fuga per un un'eventuale pericolo, ma anche per afferrare una preda che inavvertitamente ci cammina o cade sopra. La tecnica di caccia si può definire di attesa, Il ragno si nasconde all'estremità stretta dell'imbuto e quando sente la vibrazione di un insetto che attraversa la tela, si precipita fuori, morde l'insetto e lo trasporta di nuovo nell'imbuto, per mangiarselo con calma.
Struttura conica ( imbuto) dove il ragno trova rifugio e protezione in attesa di qualche insetto
 
I ragni Agelenidae costruiscono grandi tele nella vegetazione bassa
“Tele a lenzuolo”

 
I ragni Theridiidae e Linyphiidae costruiscono delle ragnatele tridimensionali, un groviglio di fili di seta senza un apparente disegno, irregolare e "vaporoso" quasi senza consistenza, in cui la preda rimane facilmente intrappolata.
 
 
Frontinellina frutetorum Linyphiidae
Frontinellina frutetorum
 
Araneidae: Mangora acalypha
 
Anche i ragni Tetragnathidae costruiscono tele regolari, anche se spesso  incomplete.

 
Oltre a queste ragnatele che tutti noi conosciamo, esistono anche le ragnatele protettive, sono quelle che costruiscono i ragni erranti delle famiglie Dysderidae e Gnaphosidae, sono dei semplici bozzoli in cui si riparano durante il giorno e dopo la caccia, si trovano per lo più sotto le pietre e sotto le cortecce degli alberi. 
Dysdera sp. rannicchiata nel suo involucro protettivo Dysdera sp. rannicchiata nel suo involucro protettivo
Capita spesso sollevando una pietra di trovare dei bozzoli protettivi di Dysdera, con il 'proprietario' rannicchiato dentro.
 

 
Un altro modo di usare la tela prodotta è come corda di sicurezza, infatti tutti i ragni quando si spostano producono continuamente  un filo di seta che ogni tanto fissano al substrato, questo perché in caso di caduta, fuga o negli spostamenti da un luogo ad un altro è  una garanzia di salvezza rimanere appesi al filo di tela.
 
Ragno Icius Ragno Icius Icius maschio
Questo è tipico dei ragni saltatori
 

 
Lo scopo principale della ragnatela è  .... Catturare le prede !
 
Tipula imprigionata in una ragnatela imenottero imprigionato in una ragnatela
 
Tipula imprigionata in una ragnatela

 
Altro scopo delle ragnatele è quello di racchiudere e proteggere le uova e i piccoli
ragnatela/nido Ragnatela costruita in alto inglobando dei fili d'erba Araneide ragnatela/nido con ragno
 
... Dentro la ragnatela
... costruita inglobando fili d'erba ... per proteggere la prole.
 
Pisaura che sorveglia i piccoli appena nati
Pisaura che sorveglia i piccoli appena nati 
 
 
 
 
indietro home page torna su avanti