La Metamorfosi
UOVO - BRUCO (o Larva ) - CRISALIDE (o Pupa) - ADULTO  (o  Immagine)

Per giungere allo stadio di adulto molti insetti devono subire notevoli cambiamenti: tali mutamenti compongono la metamorfosi. Questa può essere di due tipi, la cosiddetta metamorfosi incompleta o graduale e quella completa.  Questa differenza del tipo di sviluppo determina la divisione degli insetti in due gruppi: Eterometaboli ed Olometaboli. La metamorfosi  incompleta (Eterometaboli) si ha quando  la larva che esce dall'uovo (chiamata anche ninfa) presenta una forma molto simile a quella dell'insetto adulto (senza le ali), tendenzialmente vive nello stesso ambiente (con le eccezione delle larve che vivono in acqua) ed ha una dieta simile all'adulto. La ninfa crescendo effettua diverse mute (sostituisce la cuticola esterna). Ad ogni muta la ninfa cambia leggermente avvicinandosi sempre di più a quelle che saranno le sue caratteristiche di insetto adulto. In questo tipo di metamorfosi è assente la fase pupale. Nella metamorfosi completa (Olometaboli) la giovane larva non presenta la minima somiglianza con l'adulto, un tipico esempio sono le mosche e le farfalle, spesso vivono in ambienti diversi e si nutrono di cibi differenti. Anche questi insetti fanno diverse mute nel corso del loro sviluppo, ma non si percepiscono grosse differenze dal momento della nascita, a parte il loro evidente accrescimento e a volte una variazione della  colorazione. Tutti i cambiamenti si concentrano nel loro ultimo stadio prima di diventare adulti e cioè la fase pupale (crisalide). In questa fase l'insetto è quiescente e non si nutre, rimane immobile ancorato ad un substrato fino a quando il suo corpo, con un elaborato processo di trasformazione, cambia radicalmente forma mutandosi in adulto, questo processo può durare anche alcuni giorni. Quando l'insetto è pronto si ha la rottura della cuticola della crisalide e lentamente esce fuori. Lo sfarfallamento è un processo molto complesso e importante ed allo stesso tempo anche rischioso, dato che in questa fase l'insetto è completamente indifeso, solo dopo qualche ora, quando cioè la sua cuticola si sarà indurita e asciugata e le sue ali estese, potrà muoversi e nel caso delle farfalle volare tra i fiori per nutrirsi.